Il LABORATORIO DI SPERIMENTAZIONE SULLA QUALITÀ RESIDENZIALE

Nasce dallo studio di un progetto elaborato da un gruppo di docenti e ricercatori della Facoltà di Architettura di Genova sulla base di una convenzione promossa dalla Regione Liguria – Settore Edilizia Sociale e Residenziale. Il progetto ha evidenziato la possibilità di corrispondere alla creazione di un servizio improntato ad una funzione pubblica volta a favorire condizioni più appropriate di informazione, consulenza e supporto progettuale per le azioni che enti locali e singoli operatori intendono sviluppare nel campo del settore abitativo. L’idea guida è stata quella di dare una risposta adeguata alla fase operativa che il quadro legislativo-normativo di settore ha consentito di definire attraverso il varo di numerosi provvedimenti di legge, assunti in sede nazionale e regionale a partire dalla 457/78 in poi.

In questo quadro il Laboratorio prende avvio all’interno della Fondazione Labò in riferimento alle azioni promosse dal Programma Quadriennale Regionale 1982-85, in cui si prefigura “l’attuazione di strutture permanenti di sperimentazioni di controllo e di servizio” con il sostegno dell’Università per garantire un adeguato supporto teoretico attraverso l’attivazione di docenti e ricercatori.

L’attività del Laboratorio si sviluppa affrontando:
– la costruzione di una base conoscitiva dell’attività edilizia – Sistema informativo sui Piani di Zona ex 167/62 – con l’obiettivo di renderla sistematica per documentare e analizzare situazioni e tendenze della struttura produttiva nonché i risultati delle precedenti azioni regionali e consentire una verifica della realizzazione dei programmi di edilizia residenziale in termini di soddisfacimento dei fabbisogni;
– la valutazione delle condizioni abitative per verificarne l’efficacia sia sotto gli aspetti quantitativi che qualitativi – indagini sulla Qualità Insediativa raggiunta con l’attuazione del Piano Decennale ex lege 457/79 che trova opportune integrazioni con la rilevazione delle problematiche sociali per approfondire la relazione tra aspettative e offerta insediativa;
– gli approfondimenti di carattere progettuale volti a individuare le componenti significative su cui impostare gli interventi di riqualificazione urbana. L’analisi si sviluppa su specifici contesti insediativi spesso espressione di complesse problematiche ambientali, di condizioni di marginalità e di mancanza di connettività spaziale e sociale ad un tempo- Proposte per un programma integrato a Genova, Prà-Voltri, come strategia di intervento;
– gli studi in campo normativo relativamente alla validità dei repertori tipologici, alla ‘misurazione’ della qualità residenziale, alle analisi di supporto del Programma Quadriennale Regionale e del Progetto Biennale, alla definizione di strumenti, per la predisposizione di un metodo capace di attribuire punteggi e pervenire alla graduatoria di merito per l’assegnazione dei finanziamenti.

| ATTIVITA’ |

1985-2010
IL SISTEMA INFORMATIVO DELLA REGIONE LIGURIA SUI PIANI DI ZONA DI EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE EX LEGE 167/62

Nel tempo hanno collaborato: Luigi Lagomarsino e Paola Gambaro; Cristina Gambaro e Patrizia Timossi per la parte informatica; Gino Gemelli e Giorgio Orsolino per la parte cartografica.

Con il progetto casa regionale, la Regione Liguria, nel quadro degli adempimenti attribuiti dalla legge 457/1978, vara un insieme coordinato di operazioni di programmazione e attuazione per la riorganizzazione dell’attività edilizia e il miglioramento delle condizioni abitative sul proprio territorio.
In particolare il Settore Edilizia Sociale e Residenziale della Regione dà corso a “L’indagine sui Piani di zona per l’Edilizia Economica e Popolare e sugli interventi attuativi in Liguria”, volume 2.2 del Progetto Casa 1979-80, a cura di Franca Balletti e Paola Gambaro, con la finalità di comporre un quadro informativo complessivo sulle realizzazioni e di predisporre gli elementi base per avviare un processo di documentazione sistematico
Il coinvolgimento della Fondazione Labò si inserisce a valle di questo processo con il compito di tradurre l’indagine condotta in un sistema informativo aggiornabile e accessibile e, successivamente, di agevolare le azioni di controllo e progetto con l’approntamento di strumenti più adeguati a favorire qualità e produttività dei risultati.
In questo contesto si attiva così una collaborazione pluriennale con la Regione Liguria affrontando di volta in volta ambiti e livelli operativi diversi.
[continua a leggere…]

1991
LA QUALITÀ INSEDIATIVA RAGGIUNTA CON L’ATTUAZIONE DEL PIANO DECENNALE EX LEGE 457/79
Quadro di sintesi, elaborato per conto della Regione Liguria, sugli interventi finanziati nell’ambito del piano decennale attraverso la conduzione di indagini particolareggiate su un campione significativo, relativamente agli aspetti tipologico-funzionali degli organismi edilizi e gli aspetti tecnico-produttivi con cui sono stati realizzati.
Rapporto n. 2/91.

1989
PROGRAMMA QUADRIENNALE REGIONALE 1988-91 E PROGETTO BIENNALE 1988-89
Collaborazione alla stesura del programma regionale. In particolare le elaborazioni di sintesi fornite a corredo del PQR sono dimostrative della qualità delle elaborazioni grafiche e del significato e dell’utilizzabilità degli archivi computerizzati sul campo dell’Edilizia Residenziale Pubblica.