IN MEMORIA DI ENNIO POLEGGI  (Genova 1927-2017)
“Raffinato studioso di Genova, a lui si deve il consolidarsi di una storia urbana come pratica colta”, (Carlo_Olmo • 1 marzo 2017 • Professione e Formazione • 718)  “… Tanti lo hanno ricordato per la sua capacità di essere lo studioso più raffinato della sua città – Genova – e per aver saputo trasformare il suo studio in un impegno civile e politico per il risanamento del centro storico. Altri ne hanno sottolineato la capacità d’indagine e il fondamentale studio sui Rolli, la pazienza, la profondità, l’argomentazione che ha contraddistinto quella ricerca e la sua trasformazione in una vera “arma” nella battaglia politica per il recupero dei palazzi del centro storico. Un esempio di public history in grande anticipo da cui credo sia giusto ripartire. Perché Poleggi non è stato solo un cittadino illustre della sua città, di cui è giusto raccontare “ la vita”. Poleggi è stato ben di più….” “… Poleggi era un ricercatore, uno studioso, un archivista e la sua lezione di provare le proprie affermazioni nell’universo probabilista che è quello della città, oppure di tacere, rimane davvero un lascito intellettuale su cui sarebbe molto utile riflettere oggi”

POLEGGI PER GENOVA. TESTIMONIANZE E RICORDI
GENOVA, 16 maggio 2017, ore 9,00 Palazzo Tursi, Sala vecchia del Consiglio del Comune di Genova

         Interventi
POLEGGI E L’UNIVERSITÀ,
Paolo Comanducci Rettore, Fiorella Caraceni Poleggi
        Prima sessione
ALL’ORIGINE DI UN IMPEGNO CULTURALE
Introduzione a Ennio Poleggi (Massimo Quaini)
Dall’architettura alla città 1. Mostra delle Ville di Italia Nostra (1962). Prima commissione per il Centro Storico (1958-1964) (Emmina De Negri)
Dall’architettura alla città 2. Strada Nuova (1968), prima e dopo (Paolo Cevini)
Altre storie. Un momento interdisciplinare? (Diego Moreno)
Architettura e archeologia, dalla ricerca d’archivio all’indagine sul campo (Rita Vecchiattini)
        Seconda sessione
LE RAGIONI DELLA CITTA’
La mappatura del Centro Storico (Carlo Bertelli)
I Palazzi dei Rolli (Isabella Croce)
Un progetto per la città: l’Università nel Centro Storico (Annalisa Calcagno Maniglio)
Tra ricerca, didattica e impegno istituzionale (Stefano Musso)
L’esperienza editoriale. Sagep editrice Genova (Titti Motta)
Si potrebbe tentare un découpage (Franco Boggero)
Impegno civile e impegno politico-amministrativo.
Poleggi assessore al Centro Storico (Luigi Lagomarsino)
        Conclusioni
Un primo bilancio e prospettive per il futuro (Massimo Quaini e Paolo Cevini